Tra i “fantasmi” di auto blu e cameriere

Notizie troppe belle per rinunciarvi, troppo golose per “tastarle” prima di addentarle. Ma tanto gonfiate al punto di essere praticamente vuote. Non notizie, si direbbe. Ma non per la stampa italiana, che ne fa apertura di pagina e finanche argomento da fogliettone di prima. Non mi riferisco ad articoli di argomento politico o di altro genere rispetto al quale il margine di critica e commento è piuttosto ampio. No: mi riferisco a resoconti di fatti, sulla cui interpretazione si può avere spazio di manovra. Metto in fila due episodi distanti pochi giorni, partendo dall’ultimo. Leggi tutto “Tra i “fantasmi” di auto blu e cameriere”

Bacheca oggetti (e giornalismo) smarriti

Hanno dato… i numeri e li hanno associati con molta precisione. Così da sembrare ancora più reali. Peccato che l’unico numero vero (fan più, fan meno) fosse solo quello del pubblico, relativamente verificato: i 225 mila che assiepavano il Modena Park. Gli altri numeri del concerto di Vasco Rossi, riferiti agli oggetti ritrovati al termine dell’evento, si sono rivelati falsi. Leggi tutto “Bacheca oggetti (e giornalismo) smarriti”

Bufale, delitto da perseguire o costo da accettare?

Negli ultimi tempi, autorevoli intellettuali, giornalisti, giuristi, politologi sono intervenuti sulla questione dell’informazione sui social. Mi sembra utile segnalare due contributi particolarmente validi, con un focus sui passaggi a mio parere più illuminanti. Leggi tutto “Bufale, delitto da perseguire o costo da accettare?”

Eventi avversi e ruolo dell’ufficio stampa

Da "ComunicUre. Vademecum per l'ufficio stampa in sanità", M. Golino - O. Vecchio, project work Master in Comunicazione Istituzionale, Università Tor Vergata, a.a. 2013-2014

 

Nei casi di “eventi avversi” in sanità, «è importante attivare una comunicazione istituzionale completa e veritiera ai cittadini, ai mass media e agli altri soggetti esterni». Lo sottolinea il Ministero della Salute nella “Raccomandazione per la comunicazione esterna in caso di eventi avversi nelle strutture sanitarie”[1], in cui specifica la necessità dell’esistenza di un Piano per la comunicazione esterna e quella interna. Leggi tutto “Eventi avversi e ruolo dell’ufficio stampa”

La risorsa ufficio stampa nell’era del web 2.0

Da "Dove sta la notizia" di G. Di Fazio e O. Vecchio

 

Abbiamo già visto come il lavoro giornalistico abbia avuto nel settore degli uffici stampa pubblici di fatto il solo ambito di crescita dell’occupazione [1]. È evidente la tendenza all’espansione delle attività di informazione e comunicazione anche nel settore privato. Ma, al di là dei numeri, come cambia il lavoro dell’ufficio stampa? Quali competenze richiede al giornalista-comunicatore? E quanto della mission informativa si riesce a conservare in questa nuova posizione? Domande tanto più urgenti nell’era dei social media.

Leggi tutto “La risorsa ufficio stampa nell’era del web 2.0”

Abc e il terremoto del falso testimone

La bizzarra vicenda che ha visto protagonista Montepulciano, nel Senese, smentisce l’opinione di chi attribuisce esclusivamente ai social media la capacità di partorire e alimentare una bufala, nel senso di notizia totalmente infondata. Il caso in questione, infatti, si deve unicamente alla televisione. Al network americano Abc, per l’esattezza. Leggi tutto “Abc e il terremoto del falso testimone”