L’autore

Orazio Vecchio, classe 1977, è giornalista professionista dal 2004. Pubblicista dal 1998, ha mosso i primi passi scrivendo per il periodico La Voce dell’Jonio di Acireale e per il quotidiano La Sicilia di Catania.

Orazio Vecchio
Orazio Vecchio

Laureato con 110/110 e lode in Scienze della Comunicazione – indirizzo Comunicazioni di Massa – alla Facoltà di Sociologia dell’Università La Sapienza di Roma, durante gli anni di lavoro ha specializzato gli studi all’Università Tor Vergata, dove ha conseguito prima il corso di perfezionamento “Giornalismo per inviati in aree di crisi”, intitolato a Maria Grazia Cutuli e organizzato dal Corriere della Sera, e poi il master di II livello in “Comunicazione Istituzionale”. Alla Pontificia Università Lateranense ha inoltre svolto il corso di alta formazione in “Animatore della comunicazione e della cultura”.

Per anni collaboratore del Sole 24 Ore e redattore (sostituto) al quotidiano La Sicilia, ha lavorato per l’emittente siciliana Telecolor, è stato addetto stampa di enti pubblici e consulente di società private, ha coordinato l’area Comunicazione del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo, ha tenuto corsi in numerosi progetti di formazione. Comunicatore pubblico, dal 2011 gestisce l’Ufficio Stampa e Comunicazione Istituzionale dell’Azienda ospedaliera per l’emergenza “Cannizzaro” di Catania.

Affianca all’attività professionale quella di studio e approfondimento sugli aspetti della comunicazione, del giornalismo e dell’editoria: scrive di questi temi per “Desk. Rivista di cultura dell’informazione” ed è cultore della materia alla cattedra di “Storia e tecniche del giornalismo” all’Università di Catania, dove tiene il laboratorio didattico “Scrivere per informare”. Con Giuseppe Di Fazio ha pubblicato “Dove sta la notizia. Giornali e giornalisti nell’era di Internet” (Caltanissetta, 2012).

Vive con la moglie Silvana a Catania e nel tempo libero ama giocare a tennis.