“Come cambiare la comunicazione della PA”

All’indomani della notizia dell’avvio della trattativa per il riconoscimento del nuovo profilo di comunicatore pubblico, il quotidiano Il Foglio ha pubblicato un interessante intervento di Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social, associazione nazionale che promuove l’innovazione nella comunicazione della Pubblica Amministrazione. A proposito di riforma e cambiamenti organizzativi, l’autore scrive che la principale svolta dev’essere quella culturale. Leggi tutto ““Come cambiare la comunicazione della PA””

Comunicazione e informazione nella PA, verso nuovi profili

La rovente estate 2017 promette di portare un po’ di sollievo a quanti si occupano di informazione e comunicazione pubblica. All’inizio di agosto, infatti, il ministro Marianna Madia ha prodotto un atto di indirizzo all’Aran nel quale, nell’ambito del rinnovo dei contratti dei quattro comparti individuati dalla riforma (Funzioni centrali, Sanità, Scuola, Autonomie locali), si indica la previsione del profilo professionale per gli addetti all’informazione e alla comunicazione della pubblica amministrazione. Leggi tutto “Comunicazione e informazione nella PA, verso nuovi profili”

Eventi avversi e ruolo dell’ufficio stampa

Da "ComunicUre. Vademecum per l'ufficio stampa in sanità", M. Golino - O. Vecchio, project work Master in Comunicazione Istituzionale, Università Tor Vergata, a.a. 2013-2014

 

Nei casi di “eventi avversi” in sanità, «è importante attivare una comunicazione istituzionale completa e veritiera ai cittadini, ai mass media e agli altri soggetti esterni». Lo sottolinea il Ministero della Salute nella “Raccomandazione per la comunicazione esterna in caso di eventi avversi nelle strutture sanitarie”[1], in cui specifica la necessità dell’esistenza di un Piano per la comunicazione esterna e quella interna. Leggi tutto “Eventi avversi e ruolo dell’ufficio stampa”